Membrane Impermeabilizzanti in PVC e TPO – Flag

La storia aziendale di FLAG risale alle origini delle membrane impermeabili sintetiche in Italia. Al tempo denominata FLEXON ITALIANA, l’azienda inizia a produrre materiali per la realizzazione di colture protette in polietilene e successivamente kit prefabbricati per invasi per il contenimento dell’acqua ad uso irriguo. Il passaggio al comparto impermeabilizzazione di coperture e opere interrate avviene alla metà degli anni 70 con la proposta dei materiali in pvc flessibilizzato sul mercato nazionale.

Torna a Soprema

Membrane Impermeabilizzanti in PVC e TPO – Flag

Impermeabilizzazioni in PVC e TPO di coperture interrate

Storia

Flag S.p.A. storia del manto sintetico impermeabile in PVC e TPO di successo nel mondo

Flag S.p.A. nasce nel 1963 con il nome di Flexon Italiana. In collaborazione con il gruppo Montecatini Edison, inizia a produrre materiali sintetici per il settore agricolo, in particolare manti impermeabili per i tunnel in polietilene per colture protette e kit per la rapida impermeabilizzazione di invasi per contenimento acqua.

Nel 1970 la società cambia nome in Flag S.p.A. ed aumentano i comparti di interesse. Grazie a Flag S.p.A. anche in Italia vengono introdotti i manti sintetici in PVC nelle coperture industriali e si assiste ai primi esempi di protezione impermeabile sintetica in opere interrate.

Il successo è immediato e permette alla azienda di divenire indiscussa leader di mercato. Da allora Flag S.p.A continua a sviluppare e a proporre soluzioni impermeabilizzanti innovative che consentono di rispondere, su scala internazionale, anche alle più severe richieste tecniche.

Flag S.p.A è stata pioniera anche nell’uso delle membrane impermeabili in TPO. Infatti è negli anni ‘90 che introduce le poliolefine (polietilene e polipropilene) nella sua gamma di produzione di manti sintetici impermeabilizzanti. Le prime applicazioni sono state realizzate nel settore idraulico dove, da allora, sono stati posati con successo centinaia di migliaia di m2 di manti impermeabili sintetici FLAGON.

Forte di queste esperienze di successo e grazie a un lavoro di ricerca e sviluppo frutto di una collaborazione con vari produttori di materie prime, l’azienda mette a punto la membrana che diventerà, alcuni anni più tardi, il consolidato manto impermeabilizante FLAGON TPO.

Il successo non è più solo italiano, ma assume una dimensione sempre più internazionale, che porta Flag S.p.A ad aprire 5 filiali in Europa e ad essere il fornitore di sistemi impermeabilizzanti nelle più prestigiose opere mondiali.

Alla fine del 2007, FLAG S.p.A. entra a far parte del gruppo francese Soprema, uno dei leader mondiali nella produzione di materiali per copertura e sistemi impermeabili.

Siti produttivi

Siti produttivi dei manti sintetici impermeabili FLAGON in PVC e TPO per coperture, opere interrate, opere idrauliche e piscine

La realtà produttiva di FLAG SpA SOPREMA GROUP è caratterizzata da 4 differenti linee di produzione. Ciò permette di ottenere manti impermeabilizzanti, in PVC e TPO, pronti ad essere utilizzati in tutti i comparti del settore impermeabilizzazione: coperture, opere interrate, opere idrauliche e piscine.

Nella sede di Chignolo d’Isola (BG), oltre agli uffici, al centro di formazione ed al laboratorio, sono in funzione 3 linee di co-estrusione per i manti in cloruro di polivinile, FLAGON PVC, e in poliolefina modificata, FLAGON TPO.

A Villa S. Stefano (FR), è attiva la linea produttiva dei manti in cloruro di polivinile spalmato, FLAGON PVC, dei manti per piscine FLAGPOOL e degli innovativi sistemi per coperture architettoniche COPPER ART E SILVER ART.

Per garantire le adeguate caratteristiche prestazionali richieste dai differenti campi di applicazione, i manti sintetici impermeabilizzanti della gamma FLAG SPA SOPREMA GROUP si differenziano per la loro composizione, per la presenza o meno di armatura interna, per il possibile tessuto non tessuto accoppiato in fase produttiva sulla faccia inferiore del materiale.

Co-estrusione PVC – Linea 1 Chignolo d’Isola (BG)

In ogni singolo estrusore, la miscela dei componenti del materiale (resine, plastificanti, stabilizzanti, pigmenti ecc.) viene immessa tramite tramoggia in una camera cilindrica. Qui viene riscaldata e compressa con viti senza fine in una testa piana di co-estrusione, ove convergono i singoli estrusori, e di seguito laminata in una calandra. Lo spessore del manto è regolato automaticamente da apparecchiature elettroniche di controllo dell’apertura della testa di estrusione e della calandra. Il materiale così ottenuto è un manto monostrato omogeneo, senza armatura interna, che può essere in versione bicolore con strato di segnalazione (signal-layer) o accoppiato a geotessile termotrattato.

Co-estrusione PVC – Linea 2 Chignolo d’Isola (BG)

In questo caso l’estrusione dei singoli strati di materiale omogeneo avviene direttamente sulle facce di un’armatura permettendo così di ottenere manti in armati (generalmente con un inserto di rete di poliestere) o stabilizzati (generalmente con un inserto di velo di vetro o rete di vetro).

Co-estrusione TPO – Linea 3 Chignolo d’Isola (BG)

Flag Spa ha progettato un esclusivo processo di coestrusione diretta sulle due facce dell’armatura anche per i manti sintetici in poliolefina (TPO) che permette il completo inglobamento dell’inserto d’armatura nel corpo del manto impermeabilizzante. L’armatura può essere costituita da inserti diversi (velo vetro o rete poliestere) a seconda delle necessità applicative del prodotto.
Tutti i manti sintetici impermeabilizzanti della gamma FLAGON TPO sono in versione bicolore “signal layer”; ciò garantisce l’immediata individuazione di eventuali fori o lacerazioni del manto durante le fasi di posa in opera, grazie all’apparire del colore scuro sottostante sulla faccia chiara a vista.

Spalmatura PVC-P – Villa Santo Stefano (FR)

E’ un processo produttivo dove l’armatura diventa parte integrante del manto impermeabilizzante sintetico. Viene stesa su un supporto, tramite testa di spalmatura, una miscela di prodotti allo stato liquido viscoso, detta ”plastisol”. Questa miscela che contiene resine, plastificanti, stabilizzanti e pigmenti é quella che determina le caratteristiche finali del manto impermeabilizzante.
Dopo il processo di gelificazione, che si ottiene grazie ad un adeguato innalzamento della temperatura all’interno di forni, il plastisol si solidifica. 
Il processo di spalmatura e gelificazione si ripete, in linea, per quattro volte successive con l’inserimento, tra il secondo e il terzo strato, perfettamente al centro, di un’armatura interna che può essere in rete di poliestere oppure in velo di vetro.
I manti prodotti per spalmatura sono quindi composti da quattro strati di differente formulazione con un legame molecolare che dà origine ad un manto monostrato omogeneo e flessibile. Il materiale può essere accoppiato ad uno strato di geotessile termotrattato per migliorare le caratteristiche di aggrappaggio (per coperture a vista incollate a totale aderenza) o permettere la posa su materiali chimicamente non compatibili con il PVC-P. Tramite spalmatura possono essere prodotti manti in versione bicolore con strato di segnalazione (signal-layer).

Ricerca e sviluppo

Ricerca e sviluppo di soluzioni innovative e di manti impermeabili sintetici in PVC e TPO ecocompatibili

Nei laboratori di Ricerca & Sviluppo Flag S.p.A. vengono progettati, sviluppati ed ottimizzati tutti i manti sintetici impermeabilizzanti in PVC e TPO che rientrano nel ciclo produttivo dell’azienda ponendo particolare attenzione al miglioramento delle soluzioni innovative proposte e garantendo il superamento dei requisiti di qualità richiesti dal mercato. Ogni aspetto viene attentamente esaminato per ridurre al minimo l’impatto ambientale dei propri prodotti e di garantirne l’utilizzo nel rispetto delle condizioni di sicurezza operativa sia in fase produttiva che applicativa.

L’impegno dei laboratori di Ricerca & Sviluppo Flag inizia molto prima della fase realizzativa quando vengono cioè ottimizzati i compound dei semilavorati e le scelte delle materie prime da utilizzare.
Questo costante monitoraggio pre e post produttivo, sposa appieno la missione del GRUPPO SOPREMA: offrire sempre, per tutti i prodotti, durabilità, funzionalità, affidabilità, estetica ed alta tecnologia.

IL SISTEMA DI QUALITA’
Il sistema di qualità aziendale FLAG è stato realizzato risondendo ai requisiti previsti dalla norma UNI EN ISO 9001.
Nei 2 laboratori di Controllo Qualità Flag degli Stabilimenti di Chignolo d’Isola e di Villa Santo Stefano vengono eseguiti, in conformità con le direttive emesse dall’UNI (Ente Nazionale di Unificazione) e dagli equivalenti Enti di normazione esteri, le prove ed i test atti a verificare la costanza delle caratteristiche chimico-fisiche che contraddistinguono i differenti manti impermeabilizzanti prodotti.

Ciò assicura un alto standard qualitativo in tutte le fasi del processo di produzione: dalla progettazione di un nuovo materiale, fino all’assistenza durante l’installazione dei prodotti finiti.

CERTIFICAZIONE AMBIENTALE
Da più di 20 anni, SOPREMA GROUP ha avviato un approccio per valutare e ridurre al minimo l’impatto ambientale dei propri prodotti impermeabilizzanti sintetici e delle proprie attività nel corso della vita di un edificio (dalla produzione dei prodotti, alla costruzione, alla gestione e alla demolizione).

La sensibilità verso l’ambiente si concretizza, negli impianti produttivi Flag S.p.A. e di tutto il GRUPPO SOPREMA, nell’impegno ad utilizzare sostanze a basso impatto ambientale, cercando di migliorare costantemente le metodologie di produzione, attenendosi sempre alle più evolute valutazioni scientifiche, anticipando talvolta il percorso indicato dalle politiche ambientali europee.
L’impegno di Flag Spa SOPREMA GROUP in materia di sostenibilità ambientale è testimoniato dall’ottenimento della certificazione di qualità ambientale UNI EN ISO 14001.

Soprema presenta la nuova linea di Tegole Bituminose

Per le loro prestazioni tecniche e l’eccezionale qualità estetica, le […]

LEGGI L'ARTICOLO

LA NUOVA LINEA EDILIZIA PRESENTATA ALLA DACIA ARENA DI UDINE

E’ stata presentata lo scorso aprile, nella splendida cornice della […]

LEGGI L'ARTICOLO