SISTEMA DI COPERTURA ZAVORRATA CON TETTO VERDE INTENSIVO - TETTO CALDO 3d2_PVC

SISTEMA IMPERMEABILE CON ELEMENTO DI TENUTA IN PVC-P APPLICATO A TOTALE INDIPENDENZA

SISTEMA DI COPERTURA ZAVORRATA CON TETTO VERDE INTENSIVO - TETTO CALDO 3d2_PVC

SISTEMA DI COPERTURA ZAVORRATA CON TETTO VERDE INTENSIVO - TETTO CALDO 3d2_PVC

descrizione:

ELEMENTO PORTANTE
Il piano di posa dovra essere:
1. asciutto, liscio e libero da detriti ed asperita che possano arrecare danneggiamenti agli elementi soprastanti
2. stabile nel tempo
3. compatibile chimicamente con i materiali costituenti il pacchetto di copertura.
4. dotato di adeguata pendenza. Per copertura piana o sub-orizzontale pendenza compresa tra 1,5 e 5%. N.B.: e necessario effettuare una verifica statica della struttura di copertura da parte di un tecnico abilitato che tenga in considerazione il carico permanente del sistema a giardino pensile in condizioni di saturazione d’acqua. Tale verifica dovra essere effettuata preliminarmente alla posa del sistema a giardino pensile.

DIFFUSIONE AL VAPORE (eventuale)
Strato di diffusione al vapore realizzato mediante posa a secco di Geotessile in PP GEOLAND HT di grammatura pari a 200 g/m2. Da prevedere solo con uso di Vapor Flag.

STRATO DI CONTROLLO DEL VAPORE
Dipendente dall’igrometria dei locali sottostanti. Per un maggior approfondimento consultare il fascicolo “Strati del controllo del vapore”.
Elementi normalmente impiegabili:
• PE: VAPOR FLAG
• Membrana BPE: NOVALL-I

ELEMENTO TERMOISOLANTE
• Lastre di polistirene estruso a celle chiuse, EFYOS XPS 500.
• Lastre con battentatura a gradino sui 4 lati.
• Resistenza a compressione ≥ 500 kPa (EN 826).
• La superficie finale costituita dai vari pannelli deve risultare complanare al fine di evitare zone di ristagno d’acqua e consentire l’idonea saldatura dei sormonti dell’elemento di tenuta mediante saldatrice automatica.
• Posa:
- a secco su VAPOR FLAG.
- a secco o in semiaderenza mediante COLTACK EVOLUTION su NOVALL-I.

STRATO DI SEPARAZIONE
Geotessile FLAG PET di grammatura pari o superiore a 200 g/m2 in funzione della regolarita del supporto.

ELEMENTO DI TENUTA
Membrana sinteticain PVC-P FLAGON SV stabilizzata dimensionalmente con inserimento di armatura in Velo Vetro da 50 g/m2, resistente agli U.V., agli agenti atmosferici e alle radici, con strato di segnalazione, saldata per termofusione ad aria calda sui sormonti. Fissaggio lungo il perimetro di tutti i risvolti verticali eseguito mediante barra preforata in lamiera zincata completa di giunto antipunzonamento FLAG ed elemento di ripartizione FLAGOFIL PVC. Membrana in possesso di certificazione FLL di resistenza all’attacco delle radici.

STRATO DI PROTEZIONE
• Membrana protettiva antipunzonamento FLAGON TS costituita da un film di PVC spalmato omogeneo, accoppiato a feltro non tessuto da 120 g/m2 spessore totale 1,4 mm. I rotoli contigui dovranno essere tra di loro saldati sulle cimose cosi da costituire uno strato protettivo continuo.
• In alternativa geotessile in PP GEOLAND HT di grammatura pari a 500 g/m2 e film di LDPE VAPOR FLAG di spessore pari a 0,30 mm. (consigliato in caso di realizzazione di massetti di protezione in cls. fibrorinforzato).
N.B. Al fine di evitare danneggiamenti all’elemento di tenuta durante la fase di realizzazione del sistema
a tetto verde intensivo, e consigliato stendere una cappetta cementizia fibrorinforzata al di sopra dello
strato di protezione.

SISTEMA A TETTO VERDE INTENSIVO
Realizzazione di sistema a tetto verde intensivo mediante pacchetto descritto nella normativa di
riferimento UNI 11235 (elemento o strato drenante, elemento filtrante, strato colturale). Prevedere sempre geodreno di protezione.

Normativa di riferimento
- UNI 11235: Istruzioni per la progettazione, l’esecuzione, il controllo e la manutenzione di copertrure a verde.

Documenti da scaricare

SCHEDE DI SISTEMA BITUMINOSO

PDFSCHEDA DI SISTEMA 3D2_PVC